12.IV.2005 – STRUTTURALI

Il gruppo arzignanese Dani ha acquisito la conceria Maiora di Ponte a Egola per espugnare anche la conoscenza tecnica toscana legata alla pelle di moda per la calzatura. Come già aveva fatto con le aziende Facco, Verolanuova e Crocetta del Montello: tutti investimenti strutturali. E’ Giancarlo Dani l’amministratore delegato del gruppo, che ha fatturato l’anno scorso 45 milioni di euro, di cui il 60% assorbito in Italia e il restante all’estero. Con destinazione al 40% ciascuno tra calzature e arredamento, e il restante 20% all’auto.