10.IX.2004 – IL TUBONE

Farà diminuire le spese di gestione ai depuratori, l’operazione del cosiddetto “tubone”. Consiste nel far arrivare ai depuratori del comprensorio circa 24 milioni di metri cubi all’anno di acque civili (provenienti dalla Valdinievole, dalla Valdelsa e dalla Valdera), che si aggiungeranno ai 6 milioni di metri cubi della zona del Cuoio. Dei complessivi 30 milioni di metri cubi, una parte verrà riconsegnata alle aziende conciarie per la loro produzione e una parte sarà scaricata, opportunamente trattata. Se n’è parlato all’Associazione Conciatori di Santa Croce, e come prima conseguenza è stato avviato un processo di sperimentazione.