6.IX.2004 – RISORSE

A Santa Croce sull’Arno c’è la sezione distaccata della Stazione sperimentale per l’industria delle pelli e delle materie concianti. A Castelfranco di Sotto c’è il Polo tecnologico conciario (Poteco), fatto nascere dagli imprenditori, dagli enti locali e dall’università. “Bisogna cercare di non disperdere le risorse. Le due strutture possono ben cooperare – afferma Alfredo Ghizzani, ex presidente del Consorzio Conciatori a Ponte a Egola – sulla qualità dell’ambiente e nello sviluppo tecnologico, per l’innovazione e la formazione professionale”.