15.XI.2004 – SEGRETO

Agnelli e capretti, alla conceria Mag di Ponte a Cappiano, vengono fatti a mano. Ogni pelle può essere leggermente diversa dall’altra: non è un difetto, ma un pregio. “Esistono rulli che tamponano, e fanno macchiature più uniformi – osserva Matteo Scavo - ma è come la differenza tra l’imbianchino e l’affresco”. Poi svela un segreto: “La lavorazione è interna, ci sono articoli che se si mandano a lavorare fuori sono “visti e presi” dai concorrenti anziché dai clienti. E poi, farlo internamente, significa seguire nei particolari l’accuratezza”.