2.VII.2004 – CUOIODEPUR

«L’attenzione alle economie gestionali – rileva Giovanni Tempesti, presidente della Cuoiodepur a Ponte a Egola  - ha prodotto risultati notevoli. La produzione dei fanghi umidi è scesa a 50,95 kg per metro cubo di acqua dai 52,94 kg/mc del 2002. Quasi tutto il fango è stato essiccato per una produzione di fango secco di 22.658 tonnellate. Il costo dello smaltimento è sceso da 96 lire/kg a 75 lire/kg. Tutto ciò permette di conseguire un risparmio, rispetto a un’ipotetica situazione senza l’impianto di essiccazione, di oltre 4 miliardi delle vecchie lire».