10.VI.2004 – VOLPI

“Stiamo avendo una ripresa degli ordinativi, dopo che come quantità la nostra produzione si aggirava ai livelli del 2002. La flessione incide maggiormente sulla voce ricavi”. Lo dice Giuseppe Volpi, dell’omonima conceria (fondata a Ponte a Egola dal nonno). E  sull’agguerrita concorrenza dei Paesi stranieri, aggiunge “La competizione nel nostro settore non è paragonabile a quella che devono subire le imprese che conciano le pelli di moda. Bisogna però tener presente che le scarpe con la suola in cuoio rappresentano attualmente soltanto il 7% del totale”.