31.I.2004 Ė TONFO

Tonfo del margine operativo e dei risultati: la parabola discendente delle aziende italiane del lusso ha segnato un altro minimo. Si stima che nel 2003 i ricavi caleranno ancÚra del 4-5%, intorno ai 12,5 miliardi di euro, e l'incidenza dell'utile netto sui ricavi scenderebbe dal 4,5 al 3,5 per cento. Il campione di aziende dei luxury goods, predisposto da Pambianco Strategie di Impresa, comprende 37 star, tra cui per líarea pelle Gucci, Prada, Ferragamo, Cavalli, Todís. E inoltre Armani, Dolce & Gabbana, Versace, Bulgari, Loro Piana, ZegnaÖ