2.II.2004 – CAMBIO

I conciatori del Distretto di Santa Croce sull’Arno vendono in tutto il mondo il pellame a metri quadrati, e in euro; i calzaturieri italiani, e soprattutto quelli toscani, comprano ancora a piedi quadrati, e in lire. Così succede poi che i conti non tornano, viene controllata la resa al taglio. Un Consorzio all’export di Ponte a Egola segnala un altro tipo di confusione. Non tanto nei prezzi, che sbagliando diventano incredibili, quanto nei quantitativi: c’è una differenza di dieci volte tanto tra mille piedi e mille metri. Abituamoci al cambio contemporaneo.