3.IV.2004 – TRACCIATO

“Se si vuole veramente evitare la chiusura delle nostre aziende, occorre che si prendano serie e immediate contromisure tracciando per il Made in Italy confini ben precisi tra il vero e il falso”, sostiene Giampiero Bachini, presidente del Consorzio calzaturieri a Santa Maria a Monte. D’altra parte, in altri settori, come quello delle carni, è stato introdotto per legge un tracciato di provenienza che ne certifica la qualità. “Per le calzature – insiste - dobbiamo fare altrettanto. In un momento di crisi economica non vorremmo lottare anche con problemi risolvibili con la buona volontà”.