6.XI.2003 – CANGURI

Le pelli da canguro erano quelle per scarpette da calcio, l’applicazione principale riguardava il football. Alla conceria Meridiana di Ponte a Egola è stato trovato il mondo di rendere il conciato elegante: l’evoluzione verso il tempo libero, una moda che va oltre lo sportivo. Racconta Luca Rovini, ex calciatore  ed ora imprenditore: “Canguri, con effetti fatti a mano, per una calzatura anche modaiola. Il prodotto di élite fascia alta, s’impone se credi in quel che fai. Se non sei convinto tu per primo, non riesci a convincere il cliente”.