9.V.2003 – OLTRE

I calzaturifici toscani ormai sopravvivono grazie al sostegno offerto dalla stampella della delocalizzazione estera. Questa la considerazione finale del Simac, la fiera dei macchinari per calzature, che si conclude oggi a Bologna (orario 9-18). Il resto va di conseguenza, per dirla con un imprenditore dell’industria meccanica a Fucecchio: “Le difficoltà produttive nella grande industria manifatturiera dell’area pelle distolgono dalle problematiche strutturali, e soprattutto non consentono utili da investire in tecnologia. E invece bisognerebbe guardare oltre”. Oltre la crisi.