19.VI.2003 – CAMERA

“C’è sostegno per il settore auto, che non avrà mai una leadership industriale, ma si trascura la moda che è una bandiera per il Paese”. Parla chiaro Mario Boselli, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI) che rappresenta 230 tra stilisti e maison. Le cifre? Quest’anno il fatturato dell’industria fashion è previsto in 71.100 milioni di euro, invariato sull’anno precedente, ma in rosso se calcolato al netto dell’inflazione. Il saldo commerciale è ancòra positivo +6%, ma è il peggiore degli ultimi quattro anni e le esportazioni continuano a calare. Il dato più pesante è la produzione realizzata in Italia: -8,7%. Altro che made in Italy.