20.XII.2003 – PATRIMONIO

 “Da parte nostra ci sarà una ferma e convinta difesa del Made in Italy - osserva Leonardo Ferragamo, figlio di Salvatore dell’omonima azienda a Firenze – però non possiamo essere ciechi e sordi di fronte a processi o evoluzioni che non si possono gestire. Non abbiamo mai prodotto niente al di fuori dall’Italia; così come mai, al di là degli occhiali, abbiamo prodotto alcunché in licenza. Quindi non saremo noi i promotori di una delocalizzazioneinsiste - e se anche ci dovremmo adattare in futuro, lo faremo tenendo caro quel know how che è il nostro patrimonio”.