5.VIII.2003 – FLESSIONI

Un aspetto preoccupante della crisi produttiva dell’industria pisana nel secondo trimestre appena concluso (fonte Cciaa) č l’andamento della produzione e del fatturato, per classi dimensionali d’impresa. Le flessioni riguardano soprattutto le piccole imprese con meno di 50 addetti – come la maggior parte di concerie e i calzaturifici – che subiscono contrazioni superiori al 10% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Molto inferiori invece le perdite delle imprese di media dimensione; addirittura in controtendenza le grandi imprese.