2.IX.2002 – PELLACCE

Vengono chiamati “pellacce”, coloro che sono nel carcere milanese di San Vittore. Ma la pelletteria invece č l’opportunitā di imparare un mestiere, da utilizzare come lavoro dopo scontata la pena. Attualmente dā occupazione ad una ventina di persone - anche esternamente – durante il giorno. L’integrazione sociale č possibile grazie ad Ecolab, la Cooperativa sociale di lavoro. Che ha il supporto di primarie aziende, tra cui il Consorzio vera pelle conciata al vegetale, con sede a Ponte a Egola e presidente il sensibile Simone Remi.