25.V.2002 – LOCOMOTIVA

Il treno per il Far East sarà la grande Cina, entro breve tempo. Nel frattempo, però, occhio alla piccola Corea: dopo la recessione del 1997-98 il Paese asiatico ha ripreso a lievitare. Nel settore della pelle, l’Italia segna un incremento dell’import coreano +92,3% per la pelle lavorata come materia prima, +74,9% per le calzature, +95,9 per l’abbigliamento, +74% per le borse, +18,8 per altri prodotti in cuoio. “Insomma sia materia prima, che prodotto finito”, osservano con attenzione al Consorzio Conciatori di Fucecchio.