28.VI.2002 – CONCIA CARIOCA

La delocalizzazione conciaria all’estero, per ora, non attacca. Ma dal Comprensorio del Cuoio si guarda con sommo interesse a cosa sta facendo il colosso Mastrotto in Brasile: che in societÓ con la Reichert ha chiesto un prestito – agevolato – di 19,8 milioni di real. Le risorse saranno usate per la costruzione di un impianto per la concia wet-blue, orientato alle esportazioni e che necessiterÓ in totale di 77,7 milioni di real d'investimento. Ovviamente l’80% della materia prima andrÓ alla Mastrotto in Italia: pellame per industrie calzaturiere e automobilistiche.