4.XII.2002 – ORGOGLIO E RABBIA

Da quando se n’è parlato a “I Cappuccini” di San Miniato è un chiodo fisso. Nella filiera dei prodotti in pelle di alta qualità, le concerie del Valdarno occupano un segmento centrale che rischia di essere eroso dai partner che ora stanno a monte e a valle e si trasformeranno in concorrenti: i produttori di pelli diventano conciatori, le griffe del cuoio acquistano concerie. Inoltre lo sviluppo di un’impresa come Gucci a Ponte a Egola potrebbe avere notevole influenza su tutti gli altri nel distretto industriale di Santa Croce sull’Arno.