16.XI.2001 – SEGNALI A EST

Dall’est asiatico non arrivano soltanto venti di guerra, ma anche ventate d’ottimismo. A Seul (Corea) i compratori di pellame conciato sembrano sul punto di allentare, seppure con lentezza, il blocco sugli scambi commerciali. In sostanza, di confrontarsi su qualitą, e moda, ora che i pressi non sono pił inaccettabili dal mercato. E’ la voglia di ripartire che sconfigge l’immobilismo. L’imprenditore Massimo Caponi li definisce “segnali incoraggianti” per aprire varchi in mercati sempre pił importanti come quelli asiatici.