29.XI.2001 – RILANCIO

Non c’è più voglia d’intraprendere attività nel settore calzaturiero, c’è indifferenza tra la manodopera giovane: questo lo stato critico che ha portato alla rarefazione d’aziende e di manodopera a Fucecchio e a Castelfranco. Ora tocca a Monsummano Terme, dove Paolo Spadoni della Federmoda cuoio-pelli-calzature lancia l’allarme: non solo per la delocalizzazione, ma perché le tariffe di lavorazione sono più basse di 10 anni fa. E questa è sopravvivenza, agonia. Per il rilancio occorrono urgentemente interventi pubblici forti sul Distretto Industriale.