25.I.2001 – CERCASI… IMPRENDITORI

Il lavoro in conceria tira e dą un buon stipendio, ma i figli non lo vogliono fare (come rileva l’Istat, nel 62% dei casi in Italia si tradisce l’attivitą dei genitori). «Mi appello ai giovani - osserva Alfredo Ghizzani, ex presidente del Consorzio di Ponte a Egola e della Cuoiodepur - ma mi rivolgo anche a coloro che non sono «figli d'arte», in quanto necessitano giovani disposti a mettersi in proprio, a fare gli imprenditori. Si comincia da artigiani, la vita e il lavoro sono una scommessa, il rischio fa parte dell'imprenditoria».