4.VIII.2001 – COSTANTE

“Ci volevano, le ferie”. L’osservazione è di un conciatore al Consorzio di Ponte a Cappiano. “Il grezzo continua a scendere, non si sa se comprare – spiega - dopo quel che ch’è s’è pagato ai tempi di mucca pazza”. In proposito l’Unic (Unione Nazionale Industria Conciaria) annuncia che dopo il crollo, è ripreso il consumo di carne rossa: più 22% a fine giugno (di cui più 37% il vitello, più 18% il vitellone. Crescita costante, nelle ultime settimane. La produzione – conciaria - riprenderà a fine agosto. Buone vacanze.