7.IX.2000 – RARO, CARO

Il pellame grezzo è passato, in meno di un anno, dai minimi storici a quotazioni quasi da record. E non perché col 2000 è ripreso il lavoro in conceria, ma perché la materia prima non si trova. “Pesa il dollaro americano, sempre più alle stelle, ma mancano anche le quantità che i macellatori russi offrivano, a buon mercato – commenta Roberto Pucci (Puccipell, Santa Croce sull’Arno) - così oggi la loro offerta non è più in grado di soddisfare la crescente domanda”. Roba rara, roba cara.