17.II.2000 – CALZATURIFICI A RISCHIO

Tra le aziende a rischio elevato – in Italia il 18,3% delle imprese attive, in pratica una ogni cinque – vanno meglio i calzaturifici da uomo, che sono il 14,7%, quelli da donna il 10,8%, e quelli che fanno scarpe miste non in gomma il 12,4%. Viceversa per cessazioni e fallimenti, media nazionale il 3,6%, i calzaturifici da uomo sono il 4,7%, quelli da donna 6,9%, e gli altri il 6,9%. Quanto ai ritardi nei pagamenti, in Italia 17 giorni oltre la scadenza concordata, i calzaturifici da uomo sforano di 16 giorni, quelli del comparto donna di 15, e i produttori di calzature varie di 12 giorni (fonte: societÓ Dun & Bradstreet, informazioni sul business e sul marketing).