2.III.2010 - PALADINI

Il Consorzio Centopercento Italiano, da Scandicci, ha annunciato i cinque “pilastri” per la difesa a oltranza di un “Made in Italy a tolleranza zero”. Gli associati, ultimi difensori e paladini dell’italianità totale in cui deve identificarsi un marchio così prestigioso. Enumerano con decisione il presidente Andrea Calistri e il direttore Laura Chini: “1) Lotta alla contraffazione. 2) Tracciabilità del prodotto. 3) Esaltazione della “cultura” legata al prodotto. 4) Convergenza delle azioni di tutela. 5) Rimodulazione del distretto industriale. Dunque nessun compromesso, nessuna ambiguità.