3.V.2010 - ZUCCHERI

Utilizzare gli zuccheri come prodotti per la concia oppure trasformare gli scarti di lavorazione delle aziende del cuoio in polimeri biodegradabili: sono queste le ultime due frontiere che vedono attivo il Poteco (Polo tecnologico conciario), la struttura che ha sede a Castelfranco di Sotto e che rappresenta il punto di riferimento per l´intera filiera del cuoio a Santa Croce sull´Arno. Direttore č il chimico dott. Domenico Castello. Il polo, dove lavorano stabilmente quattro persone, si finanzia con contributi privati. Osserva l’amministratore delegato Franco Donati: “Costa meno di 500mila euro l´anno”.