5.VII.2010 - INCOGNITE

La crisi non è finita per il settore della concia, lo scenario appare carico di incognite. E' questo il quadro che emerge dalla relazione del presidente Unic (Unione nazionale industria conciaria) Graziano Balducci, illustrata chiaramente in occasione dell’assemblea generale della categoria, tenutasi a Solofra. “L'indebitamento finanziario è di nuovo su livelli critici, mediamente più costoso – ha detto chiaramente -. Gli oneri finanziari assorbono il 4,5 per cento della produzione. La fiscalità si è resa ancora più corrosiva erodendo residui margini di convenienza economica”.