30.VI.2010 - MERCATI

Qualche segnale di ripresa, dal calzaturiero, anche se ciò questo non vuol dire che i problemi siano del tutto risolti: la ripresina è a macchia di leopardo, ci sono aziende anche importanti in difficoltà e dunque con l’indotto molto provato dalla lunga congiuntura avversa. Il Distretto industriale di Santa Croce sull’Arno è comunque risultato bravo nel cogliere al volo i primi segnali di ripresa della domanda estera. La calzatura pisana si distingue per alta qualità, con punti di forza sui mercati dell’Unione Europea, americano e giapponese. Ma anche quello russo sta tornando buon cliente.