19.III.1999 - AD ESEMPIO…

Al Mipel della pelletteria, in corso a Milano (si conclude domenica, primi risultati deludenti per vendite, ottimi per i modelli) la principale novità è che presto i prodotti dovranno essere etichettati con i materiali utilizzati per i principali componenti (sono state definite le abbreviazioni ed i simboli grafici). Chiarite anche le indicazioni dei materiali (cosa può essere chiamata pelle, e quando dev'essere indicato un solo materiale oppure i due principali). Inoltre ci sono regole precise per riportare sull'etichetta gli eventuali marchi di qualità del prodotto o dei materiali, per esempio vera pelle italiana conciata al vegetale. Altre informazioni all'Aimpes (l'associazione di categoria): e mail: segreteria@mipel.com