21.V.1999 - GUERRA NEI BALCANI

La guerra contro la Serbia sta facendosi sentire anche nell'economia del pellame. La nazione presa di mira dai bombardamenti importa conciato per quasi 50 miliardi di lire l'anno, e mezzo milione di paia di calzature. Inoltre i conciatori acquistano grezzo, una materia prima che tende a rarefarsi, per quasi 3 mila tonnellate. Quanto alle scarpe in conto lavorazione, che tornano in Italia, sfiorano il milione. "Prima Hong Hong, poi la Turchia, ora i Balcani - commentano i conciatori di Ponte a Cappiano - proprio un momento negativo".