25.VIII.1999 – PELLE DA LEGGENDA

 

Che il grande campione di ciclismo, Gino Bartali, quello di “gl’ tutto sbagliato, tutto da rifare” fosse esigente anche in fatto di pellame, comprensibile: per foderare il sellino della bicicletta, su cui passava tante ore tra allenamento e corse, veniva a rifornirsi a Santa Croce sull’Arno. “Voleva che il pellame fosse esposto per tre notti alla luna piena per sbiancarlo, quindi bagnato nell’acqua piovana per ammorbidirlo, e infine massaggiato con olii essenziali per caratterizzarlo con il buon odore del cuoio” racconta Andrea Carrai alla Tecnokimica di Santa Croce sull’Arno, che dice di aver messo gli occhi sulla leggendaria ricetta.