19.I.1999 - EURO CONCERIA

"Siamo condannati a fare le moltiplicazioni per tutta la vita, raffrontando il valore dell’Euro che é di 1936,27 lire con quello del grezzo che acquistiamo e del pellame finito che vendiamo" ha detto un imprenditore conciario all’Eurotutor messo a disposizione da un Istituto di Credito. E invece non sarà così: parola di chi ha già simulato - l’anno scorso - l’Euro nella contabilità di conceria: il dott. Mario Di Stefano, titolare della conceria Nobel a Santa Croce sull’Arno e presidente dell’Unic (Unione Nazionale Industria Conciaria). Dall’esperienza, tenuta in collaborazione con la prestigiosa società di revisione conti Arthur Andersen, é disponibile un’esauriente scheda tecnica di 170 pagine.