23.II.1999 - VENDER CARA LA PELLE

La colpa è sempre del prezzo alto, quando non si vende. "Macché, il pellame, la materia prima, non è mai costata così poco come adesso - rileva Gustavo Pagni, grezzista a Santa Croce sull'Arno - e che scenda ancòra è impensabile; siamo alla deflazione. Tuttavia se ne vende appena l'indispensabile, mentre farne scorta dovrebbe essere un affare, per chi può finanziariamente permetterselo". Infatti è altrettanto vero che appena girerà di nuovo la richiesta, le pelli rincareranno. Non sarà un brutto segno, anzi il primo inequivocabile che la situazione produttiva migliora.