13.XII.1999 – BUONA STAMPA

I conciatori toscani sono fortemente impegnati a migliorare l’immagine della categoria, invece all’estero resta anc˛ra molto da fare. In Francia sono state importate scarpe da paesi non europei, contenenti sostanze vietate come il pentaclorofenolo e le ammine aromatiche; ma la stampa ha lanciato l’allarme sulla nocivitÓ delle scarpe in pelle, indistintamente. Idem in Svizzera, dove capi d’abbigliamento in pelle e articoli di pelletteria, provenienti da altri continenti, avevano elementi chimici proibiti dalle normative dell’Unione Europea. Per questo Ŕ bene che i consumatori, oltre che venir informati, sappiano distinguere.