23.IV.1999 - ECOESPANSO

Ultimate le "prove in bianco" all'Ecoespanso di Santa Croce sull'Arno, comincia in questi giorni la miscelazione sperimentale di fanghi della depurazione con argilla. "L'impianto, costato 40 miliardi di lire e a regime entro la fine del 1999, eviterÓ ai fanghi conciari di finire in discarica controllata, a costi onerosi per l'ambiente e per gli imprenditori" dichiara il presidente del consorzio Marco Bertelli. I fanghi arriveranno dai tre depuratori (Aquarno, Ponte a Cappiano e Castelfranco) all'Ecoespanso mediante un fangodotto.