30.IV.1999 - CONTRAFFAZIONE

La Commissione Europea ha preso in considerazione le preoccupazioni nell'area pelle per le produzioni più economiche cinesi, come le scarpe, e per quelle che sconfinano nella contraffazione, le borse. "Cosicchè sono stati mantenuto in vigore i dazi sulle calzature provenienti dalla Cina" osserva un imprenditore conciario che ha avuto la notizia in anteprima. Anche se per la Commissione Europea l'obiettivo resta la liberalizzazione del mercato a medio periodo, che abbia finalmente tenuto presente il pericolo della contraffazione gialla è una incoraggiante novità.